Messaggio

Home

Festa Azzurra 2013

Il Popolo della Libertà, coalizione capitanata da Forza Italia di Silvio Berlusconi, dal momento della sua creazione ha creato un momento di aggregazione per tutti i suoi simpatizzanti che è stato definito “Festa della Libertà”. Le Feste della Libertà sono nate in un certo senso come controaltare delle ex Feste dell’Unità e ne sono state organizzate numerose, dal nord al sud d’Italia, con invitati più o meno prestigiosi e sempre una grande partecipazione da parte della base.

Nel 2013 però Forza Italia pensò di organizzare un momento di aggregazione relativo al suo solo partito, indicendo la “Festa Azzurra” che si è svolta il 20 e il 21 del mese di settembre ad Andria. La festa si è tenuta nella suggestiva location dell’anfiteatro della villa comunale “G.Marano” con l’intensione dichiarata di creare un momento di riflessione sull’attuale situazione politica del Paese. Nonostante la Festa Azzurra fosse organizzata dagli esponenti di Forza Italia della provincia di Barletta, Andria e Trani, sono stati chiamati ad intervenire anche altri esponenti della coalizione. Questo è stato il programma osservato. Nella giornata di venerdì 20 settembre la festa ha avuto inizio in serata, alle ore 18:30, con l’introduzione e i saluti del sindaco di Andria, Nicola Giorgino, del Presidente della Provincia di Barletta-Andria-Trani, Francesco Ventola, e del Coordinatore Provinciale del Popolo della Libertà, Benedetto Fucci. A seguire si è tenuto l’incontro dal titolo “Le nuove prospettive per il partito dei moderati”, a cui hanno preso parte, tra gli altri, il Coordinatore Regionale del Popolo della Libertà ed il Vice Coordinatore Regionale del Popolo della Libertà. In seguito si è svolto l’incontro con l’onorevole Raffaele Fitto che è stato intervistato dal vice direttore de “Il Giornale”, Salvatore Tramontano. La serata si è chiusa con un intrattenimento musicale e un momento di convivialità. La giornata seguente, sabato 21 settembre, si è animata subito con l’incontro-dibattito “Il ruolo dei giovani nel partito moderno” guidato da la Giovane Italia. A seguire si è parlato di riforme con la discussione intitolata “Le Riforme Costituzionali tra il bivio e l’opportunità” a cui ha preso parte anche un esponente dell’opposizione, Gero Grassi, deputato del Partito Democratico (PD). In serata si è trattato un argomento più vicino al territorio, “Gli Enti Locali, punto di forza di un Paese moderno” a cui hanno preso parte alcuni sindaci dei comuni del circondario e il Presidente Regionale ANCI Puglia, il senatore Luigi Perrone. Il Coordinatore provinciale del PDL BAT (Barletta-Trani-Andria), l’onorevole Benedetto Fucci, ha commentato l’evento dicendo che da una parte questa Festa Azzurra è servita a dimostrare come la sezione locale della coalizione fosse unita e coesa; dall’altro lato era stata pensata come momento di riflessione sulla direzione futura che avrebbe preso la classe dirigente del Paese, chiamata a prendere importanti decisioni e ad operare per il bene del popolo italiano. Il sindaco di Andria si è detto particolarmente felice che il suo comune fosse stato scelto come sede della Festa, perché lo ha preso anche come un riconoscimento del lavoro svolto dalla sezione locale del PDL negli anni precedenti. Buona parte degli interventi delle due giornate della Festa Azzurra, d’altro canto, hanno trattato proprio di problematiche inerenti al territorio pugliese. Il momento più seguito della manifestazione però è stato certamente il venerdì sera quando il protagonista è stato uno dei più amati leader pugliesi del PDL, Raffaele Fitto.