Messaggio

Home

Festa della Libertà regionale a Chiavari 10-12 Agosto 2012

Tra il 10 e il 12 agosto del 2012 a Chiavari, cittadina in provincia di Genova, si svolse la festa della Libertà del PDL a livello regionale. Le tematiche trattate e gli incontri avevano lo scopo di illustrare le azioni che i vari partiti della coalizione erano intenzionati a compiere per il bene del paese, dando quindi nuova speranza di un futuro migliore anche a tutta la regione Liguria.

Il programma della manifestazione era molto composito: come di consueto, prevedeva sia dei momenti di incontro e divertimento che di confronto politico, con tematiche di stretta attualità. Ogni giorno erano previsti convegni e dibattiti, a partire dalle ore 11:00 del mattino, presso la sede del caffè Defilla. Il giorno 10 agosto si è cominciato con “Territorio, ambiente e urbanistica”. Luigi Grillo, presidente della Commissione lavori pubblici, infrastrutture e comunicazioni del Senato, ha affrontato diversi argomenti legati all’organizzazione del tessuto urbano e viario regionale e nazionale insieme a Franco Rocca, consigliere regionale, Andrea Tassano, vice coordinatore PDL della provincia di Genova e Giuseppe Rotunno, assessore del comune di Recco. Subito dopo si è parlato invece d un altro tema molto importante per i cittadini, ovvero della sicurezza. Sul palco sono saliti Gianni Plinio, responsabile PDL delle politiche della sicurezza in Liguria, Giovanni Stagnaro, vice coordinatore PDL della provincia di Genova e Matteo Bianchi, segretario generale provinciale del Coisp (Coordinamento per l'indipendenza sindacale delle forze di polizia). Il giorno seguente, sabato 11 agosto, si è parlato di lavoro con Giampaolo Roggero, presidente Ascom di Chiavari, Tiziano Roncone, segretario regionale FIM-CISL (Federazione Italiana Metalmeccanici aderente al sindacato Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori), Sergio Ghio segretario territoriale FIOM-CGIL (Federazione Impiegati Operai Metallurgici e Confederazione Generale Italiana del Lavoro) e Vittoria Bixio, vice presidente Confindustria Tigullio. Infine, domenica 12 agosto si è svolto il dibattito dal titolo “Modelli sanitari a confronto” con Domenico Di Virgilio, membro della Commissione affari sociali della Camera, Matteo Rosso, capogruppo PDL in consiglio regionale, Carlo Saffioti, vice presidente del consiglio regionale lombardo, e Roberto Bagnasco, vice presidente regionale della commissione sanità. Questo era il programma per il versante più strettamente politico; erano poi previsti dei momenti di aggregazione e festa nell’area della Colmata, dove erano stati allestiti degli stand gastronomici aperti a partire dal tardo pomeriggio. Inoltre era stato montato un palco sul quale si sono esibiti vari musicisti. Anche durante le serate si sono svolti dei dibattiti; si è parlato ad esempio di spending review e del ruolo che la Regione riveste nello sviluppo nazionale. A dare idealmente il via a tutto l’evento è stato Angelino Alfano, segretario nazionale del PDL, che non è potuto intervenire personalmente a Chiavari ma ha dato il suo benestare attraverso una comunicazione telefonica con il senatore Grillo trasmessa in viva voce. Alfano ha detto di essere certo che alle consultazioni elettorali della primavera successiva il popolo italiano avrebbe decretato la vittoria del Popolo della Libertà, non volendo più essere governato da un centrosinistra in grado solo di aumentare costantemente le tasse. La festa regionale, in realtà, ha avuto soprattutto lo scopo di ricompattare alcune divisioni interne che erano in atto. Infatti sembrava addirittura che si potesse formare un nuovo gruppo indipendente dal polo che avrebbe preso il nome di Popolo della Liguria, con il benestare di Claudio Scajola. La creazione di una lista civica sarebbe stata deleteria, perché avrebbe impedito di portare avanti un programma elettorale coeso e unitario.