Messaggio

Home

Festa della Libertà 2008 a Lucca

Venerdì 7 novembre e sabato 8 novembre 2008 si è svolta a Lucca la locale Festa della Libertà del PDL (Popolo della Libertà), che ha avuto come protagonista centrale Mara Carfagna, all’epoca Ministro per le Pari Opportunità. L’evento ha richiamato moltissimi simpatizzanti del centrodestra, ma ha anche dato adito ad alcune proteste che fortunatamente si sono spente senza alcuna conseguenza.

La manifestazione si è tenuta nella cittadina toscana di Lucca nella zona Fiere, in via delle Tagliate, a partire dalla ore 15:30 della giornata di venerdì. A fare gli onori di casa, e ad aprire la serie di interventi sul palco, sono stati alcuni rappresentanti locali del PDL, tra i quali Vanda Cervelli e Franco Ravenni, rispettivamente coordinatore di Forza Italia e di Alleanza Nazionale, e l’allora sindaco della città di Lucca, Mauro Favilla. Questi ha tenuto un breve discorso, in cui ha ricordato che la sua provenienza politica era democristiana, ma che credeva di aver trovato una valida alternativa nel Polo delle Libertà. Ha però auspicato che anche in futuro si potesse conservare un atteggiamento per lui fondamentale, ovvero il rispetto delle varie identità politiche presenti in seno alla coalizione. È stato in concomitanza con l’esordio della Festa della Libertà, e con l’intervento del sindaco, che si è tenuta una manifestazione di protesta da parte degli studenti lucchesi. Il corteo si è snodato tra via Fillungo, San Frediano e il Polo Fiere. La protesta era rivolta soprattutto contro il premier del PDL Silvio Berlusconi, e l’obiettivo dei manifestanti sembrava essere quello di spargere dei volantini all’interno della zona in cui si stava tenendo la Festa della Libertà. Gli agenti della Digos sono però intervenuti e sono riusciti a bloccare i ragazzi, che si sono poi dispersi senza altre conseguenze di rilievo. Nel frattempo, sul palco di Lucca Fiere era la volta del giornalista Mediaset Paolo del Debbio che ha presentato il suo libro “Secondo voi (e secondo me) - Le risposte che stanno a cuore agli italiani”, seguito da Riccardo Mazzoni. Saltato il previsto intervento di Achille Totaro, intorno alle 18:00 sul palco è salita Mara Carfagna, che è stata protagonista della seconda protesta della giornata. Infatti il Ministro è stato interrotto da Regina Satariano e Fabianna Tozzi Daneri, vicepresidente e presidente dell’associazione Transgenere di Torre del Lago Puccini, le quali hanno richiesto un incontro con la Carfagna al fine di dialogare sui diritti della comunità trans. Per quanto questo evento abbia rappresentato un fuori programma, la Carfagna ha accettato di buon grado di incontrare ulteriormente le due manifestanti. A seguire la festa è andata avanti senza ulteriori intoppi: Remo Santini, caporedattore della Nazione, ha intervistato il coordinatore nazionale di Forza Italia Denis Verdini e Maurizio Bianconi, vice-presidente del PDL alla Camera. A fine serata c’è stato un conviviale. Nella giornata di sabato 8 novembre 2008 si sono susseguiti sul palco l’allora Ministro per le Infrastrutture Altero Matteoli; i giovani del Pdl che hanno presentato “Il Libro nero del Comunismo”; i consiglieri regionali Giuliana Baudone e Maurizio Dinelli, e il deputato Antonio Palmieri, che hanno discusso sul tema “Come comunicare l’attività del Governo Berlusconi” e i sindaci del PDL della provincia che hanno infine illustrato le politiche di amministrazione delle città del centrodestra. A concludere la manifestazione, prima della cena e della serata musicale, sono stati i parlamentari Gaetano Quagliariello e Riccardo Migliori che hanno tenuto l’intervento dal titolo “19 anni dalla caduta del muro di Berlino”.