Messaggio

Home

PD invitato alla Festa della Libertà nazionale

Sembra che i rappresentanti del Partito Democratico rispetteranno quelli che sono stati gli inviti rivoltegli allo scopo di partecipare, per un dibattito cordiale in merito a temi riguardanti la politica nazionale, alla Feste della Libertà che andranno in scena in questo periodo estivo.

Franceschini dunque si dimostra accogliente a seguito della polemica avvenuta a seguito delle dichiarazioni dei rappresentanti della PD nei confronti del Pdl, e ciò aveva portato, come conseguenza, a non rispettare, da parte del Popolo della Libertà, quelle che erano le comunicazioni erogate dal partito di centro sinistra. In ogni caso, sembra che la Festa nazionale del Partito Democratico debba incominciare con il piede sbagliato, quest'anno. Schifani e Fini risultano i soli ad aver accettato di partecipare alla kermesse.  In ogni caso i rappresentanti del partito, i quali avevano invitato i membri del PD a partecipare alla festa del Popolo della Libertà, sembra che abbiano rifiutato, a causa dell'assenza del leader del partito, non invitato. In ogni caso il Partito Democratico non porge le scuse del caso, ma anzi invita, e questo dovrebbe essere un messaggio chiaro nei confronti dei rivali  e colleghi, a partecipare alla Festa nazionale per tutti i rappresentanti nazionali e locali del partito di centro destra. In ogni caso, a seguito delle dichiarazioni rilasciate da La Russa a tutti i rappresentanti di partito, fra cui Giorgia Meloni, Altero Matteoli, e Mara Carfagna, i quali hanno declinato la loro possibilità di partecipazione, non mostrando motivazioni specifiche a riguardo, allo scopo di ristabilire la pace politica, alcuni membri del Pdl presenzieranno. Alla luce di ciò Franceschini non parla di polemica, ma anzi spiega che, nella giornata di ieri, i rappresentanti al Senato del Popolo della Libertà, fra cui Maurizio Gasparri, hanno fatto sapere che, nonostante le molte polemiche relative a questo stato di fatto, presenzierà alla festa dei rivali, dopo aver mostrato la sua volontà che i rappresentanti del partito Democratico partecipassero alla Festa nazionale della Libertà, recentemente conclusasi. Un calendario che ha visto, quasi sicuramente per caso, combaciare le date di organizzazione delle due feste di partito, e che ha portato, a causa di ciò, a una esacerbazione delle polemiche, le quali si sono mostrate per direttissima su entrambi i fronti, e che non hanno evitato, in ogni caso, che si giungesse a una risoluzione grazie alla erogazione degli inviti, da parte del pdl, alle Feste della Libertà estive. Si tratta di una volontà di cancellare quella che è una storia sbagliata, basata su di un generale antagonismo anche in termini di inviti e partecipazioni alle relative feste, e che ha visto prodursi il PD prima, e il PDL poi, in quanto a  conseguenza, in defezioni importanti. È necessario dunque, e l'occasione dell'organizzazione delle feste del PDL rappresenta un momento importante, che si produca in quello che un riallacciamento da parte del partito di centro destra un dialogo con i colleghi, i quali rappresentano un valore importante all'interno della discussione su piano nazionale. Un nuovo punto di vista che potrebbe rappresentare finalmente un motivo di riconnessione con pratiche di discussione che non siano differite o alle spalle. La festa della Libertà nazionale, in questo senso, potrebbe rappresentare motivo di unione e di collaborazione reciproca.